BIOFILTRO ROTANTE

Aria da trattamento fanghi. Depuratore biologico acque reflue

Aria da trattamento fanghi. Depuratore biologico acque reflue.

E’ la nuova generazione di biofiltri studiata per ottenere elevati rendimenti di rimozione in spazi drasticamente ridotti. Si tratta di un vero e proprio reattore biologico in cui le reazioni di ossidazione biologica delle sostanze avvengono in ambiente controllato e con ceppi batterici appositamente selezionati.

I vantaggi sono:

  • Significativa riduzione della superficie richiesta dall’impianto:
  • Migliore diffusione dell’aria attraverso il mezzo filtrante sia in virtù della geometria
    dell’apparecchiatura, sia in virtù dei ridotti spazi
  • Ambiente completamente confinato con possibilità di mantenere sotto costante
    controlloi principali parametri ( temperatura, pH, livello del liquido ecc..);
  • Possibilità di termostatare l’ambiente di processo in modo da mantenere uniformi
    le rese di abbattimento durante tutto il corso dell’anno
  • Processo direttamente regolabile e gestibile in base alle tipologie produttive
    e alle fluttuazioni della produzione stessa
  • Emissione convogliata al camino e non diffusa
  • Facilità di manutenzione
  • Facile ripristino del processo biologico anche in caso di emergenze
  • Processo biologico spinto che consente di rispettare i limiti di legge previsti
    con ridotti costi gestionali in rapporto ad altre tecnologie possibili quali i post-combustori;

Il biofiltro rotante BIOWHEEL 2.0 è un’apparecchiatura costituita da un rotore che contiene il mezzo di supporto per i batteri e da una vasca in cui vi è sempre presenza di liquido ed in cui si immerge regolarmente il rotore (V. fig.1 ).

L’ aria entra nella parte superiore dell’apparecchiatura e attraversa il mezzo filtrante lungo il raggio uscendo al centro del rotore stesso. In questo modo è assicurato lo stesso tempo di contatto per tutto il flusso d’aria trattato e non vi è il rischio di correnti preferenziali, essendo il supporto batterico perfettamente omogeneo. Il supporto batterico fissato sul rotore, ruota lentamente ed è periodicamente immerso nel liquido presente nella parte inferiore della vasca. In questo modo è mantenuto costantemente umido e ricco di flora batterica presente, oltre che sul mezzo di supporto, anche nel liquido sottostante. L’ambiente in cui è contenuto il mezzo di supporto dei batteri ed in cui avviene la reazione di degradazione biologica delle sostanze inquinanti, è completamente chiuso ed isolato dall’esterno e, in caso di necessità, può facilmente essere riscaldato per mantenere la temperatura del processo biologico il più costante possibile. Oltre alla temperatura, viene mantenuto sotto costante controllo il livello del liquido all’interno della vasca, il valore del pH del liquido stesso ed altri parametri relativi al processo biologico.

biorotante